Chi sono?

Questo è il mio impegno, le fondamenta sulle quali costruire il Veneto che immagino.

Determinata, democratica e chiara.

Tre aggettivi che per me rappresentano un modo di fare politica: con convinzione, cercando di dare gambe ai valori della nostra Costituzione e con parole e azioni trasparenti, utili a costruire proposte e progetti per far stare bene le comunità locali che compongono la nostra provincia.

Mi candido a far parte del prossimo Consiglio Regionale del Veneto per dar voce ai bisogni, agli obiettivi e ai desideri che prendono piede all’interno delle collettività in cui viviamo, lavoriamo, studiamo e cerchiamo di crescere. Desidero porre a frutto, in quest’opera, la mia esperienza di prima donna sindaco nel mio comune di Nove, in un percorso fatto di passione e idealità, da alimentare con strumenti quotidiani, mediante l’ascolto e una presenza solida, a fianco e in stretta collaborazione con gli amministratori locali, di cui conosco bene tanto la determinazione quanto le difficoltà quotidiane. Mettersi a servizio, in questo contesto, non è sufficiente: occorre farlo con efficacia, contando  sulla consapevolezza e sulla pratica acquisite.

Questo è il mio impegno, le fondamenta sulle quali costruire il Veneto che immagino.

In particolare, in questo momento difficile, il compito della politica dev’essere quello di lavorare per costruire benessere, assicurare sicurezze e dignità alle persone, per lasciare un segno positivo sui nostri territori.

Favorendo lo sviluppo economico e sociale, garantendo lavoro e formazione d’eccellenza, custodendo i diritti delle venete e dei veneti, in primo luogo quelli a una sanità diffusa, efficace, accogliente e a un ambiente integro, salubre e sicuro.
Con un approccio che guardi alle donne riconoscendo loro un rispetto, un ruolo e una capacità di cura troppo a lungo sottostimati.
E promuovendo con energia, a Venezia, gli interessi delle piccole e grandi comunità locali che costituiscono l’ossatura della nostra provincia.

L’esperienza amministrativa, in minoranza e poi come prima Sindaca della mia comunità, mi ha insegnato l’importanza di avere punti di riferimento solidi e presenti. In questo senso stare accanto alle amministrazioni locali diventa strumento utile alla costruzione di una rete che moltiplichi le opportunità per i cittadini, facendo circolare le informazioni, rispondendo con tempestività alle richieste di Sindaci e Consiglieri e supportando progetti di valore e visione.

SONO CHIARA

Ho 37 anni e sono nata a Marostica (VI), sono crescita e vivo a Nove, comune che è la mia comunità. Sono laureata in Politica internazionale e Diplomazia all’Università di Padova e lavoro in una comunità familiare di accoglienza per donne e minori a Vicenza.

Negli anni dell’Università ho insegnato alle scuole elementari e materne del territorio e poi nel 2013 ho assunto un incarico come Collaboratrice parlamentare.

Per me il sociale è una vocazione, un impegno cui dedico e ho dedicato la maggior parte delle mie energie, una passione che nasce nell’impegno di molti anni in Azione Cattolica e che ho sviluppato nella certezza di voler migliorare la qualità della vita delle persone partendo da chi è più fragile.

Nel 2009 sono stata eletta Consigliera Comunale a Nove, e poi,  dal 2014 al 2019, sono diventata Sindaca. Prima donna a ricoprire l’incarico nella mia comunità locale.

Dal 2014 al 2016 sono stata anche Consigliera Provinciale, eletta dai colleghi Sindaci e Consiglieri, con delega a cultura e turismo.

Tra il 2017 e il 2020 ho ricoperto a titolo gratuito il ruolo di Presidente della Cooperativa sociale Vi.Assiste che si occupa di bambini e ragazzi con disabilità sensoriali.

Nel 2017 sono diventata Segretaria provinciale del Partito Democratico di Vicenza, ruolo dal quale mi sono autosospesa contestualmente a questa come Consigliera Regionale.

A giugno 2020 sono stata nominata Responsabile Nazionale del Dipartimento Cooperazione per il PD.

Unisciti a noi!

Inizia a seguire gli eventi e ricevere aggiornamenti, lasciandoci la tua email.